domenica 27 ottobre 2013

Matrioska in pannolenci

матрёшка 

"Privet vsem!" (ossia Ciao a tutti, in russo)
L'ispirazione per quest'adorabile matrioska viene dal web,
l'ho realizzata con i pannolenci "doppi" accuratamente cuciti tra di loro per creare una vera e propria bambolina, decorata poi con il fiore sul davanti, mentre gli occhi e la bocca sono cuciti.

L'ho regalata a mia sorella, laureanda esaurita con una tesi in letteratura russa,
e si tratta di una bambolina da appendere al pomello dell'armadio, usata per bellezza o anche come profumo per l'armadio se ripiena di lavanda o di gocce di essenze profumate.
UN PO' DI STORIA...
Una matrioska (in russoматрёшка – matrëška), è un caratteristico insieme di bambole, tipico della tradizione russa, che si compone di pezzi di diverse dimensioni realizzati in legno, ognuno dei quali è inseribile in uno di formato più grande. Ogni pezzo si divide in due parti ed è vuoto al suo interno, salvo il più piccolo che si chiama "seme". La bambolina più grande si chiama invece "madre". È il souvenir russo per eccellenza e un simbolo dell'arte popolare di questo paese.
La prima matrioska di cui si ha notizia risale alla fine del XIX secolo, un periodo che per la Russia fu, oltre che di grandi mutamenti sul piano sociale, epoca di grande sviluppo economico e culturale. Nel 1900, all'Esposizione Mondiale parigina, la matrioska fu premiata e riconosciuta come simbolo della tradizione russa per la sua popolarità in tutto il mondo. Da allora ha rispecchiato nella sua espressione artistica la vita e la storia della Russia.
La matrioska più grande del mondo è stata costruita nel 2003 negli Stati Uniti ed è composta da 51 pezzi.
A presto,
Francesca



2 commenti:

  1. Dolcissimo questo post! Adoro la tua creazione!
    xoxo

    RispondiElimina
  2. mi piace molto questa tua creazione.

    RispondiElimina

Ciao!
Lasciatemi un commento con opinioni e consigli, o anche solo un saluto: io saprò che siete passati di qui, ricambierò la visita appena possibile.
A presto

Francesca